• Il Castello Ruffo di Scilla. Da monastero-fortezza a residenza feudale a forte militare
Il Castello Ruffo di Scilla. Da monastero-fortezza a residenza feudale a forte militare

Il Castello Ruffo di Scilla. Da monastero-fortezza a residenza feudale a forte militare

Tra le tante rocche calabresi, il castello di Scilla è quello che assume un valore particolare, in quanto da Omero in po i, miti e leggende hanno fatto del luogo, punto chiave dello Stretto di Messina, un nome noto nel mondo. Acquistato nel 1533 da Paolo Ruffo Conte di Sinopoli, prende il nome da questa importante famiglia, che vi risiede fino alla caduta del feudalesimo. Anche se oggi poco vi rimane dei Ruffo, il castello, già monastero-fortezza, acquista importanza nella sua fase di residenza feudale, che dura fino agli inizi dell'800, quando viene trasformato in forte militare ed è realizzato il corpo delle batterie che modifica l'originario fronte bastionato. Vedi di più