• La vita scomoda. Ricordi
La vita scomoda. Ricordi

La vita scomoda. Ricordi

Questo racconto bilingue (italiano e gergo pesarese) vuole evidenziare l'intreccio bicefalo, gioie e difficoltà, consegu ito quale trama esistenziale dalla famiglia Marchetti-Stroppini emigrata in Normandia dopo la seconda guerra mondiale. Oltre all'aspetto filologico, sociologico, storico, psicologico, egli interessa coloro che parteciparono in qualche modo agli eventi narrati. E in Italia gli emigrati furono tanti! E in tante terre lontane! Tuttavia la parte maggiore, fatta in questa narrativa autobiografica, alle turbolenze della vita interiore, dall'amore alla morte, pretende sradicarsi da quel momento e quel posto (le inevitabili vicissitudini del destino di un uomo) per attingere un'altra patria, quella della letteratura poetica, più specificamente attraverso il prisma dello stile e della destrutturazione onirica; rielaborare l'autobiografia nel senso di una surrealità cosmica, specie di impasto mitico promosso dal destino universale. Vedi di più